Marcello

Marcello Tonini è nato il 17 settembre 1963, è sposato e padre di una bambina. È un uomo in carriera che non si ferma mai: è membro del consiglio d’amministrazione di Radio Ticino, è presidente e membro di varie associazioni e fondazioni e non da ultimo è attivo in politica. Nel tempo libero ama leggere e passeggiare. Marcello è paraplegico e dice che «anche se non posso camminare mi sento libero di volare con la mente, dispongo di una prospettiva privilegiata! Tutti quanti dovremmo saper volare un po’ di più».

Sul Calendario 2022 di inclusione andicap ticino Marcello è stato ritratto presso il Comune di Maggia, dove riveste il ruolo di consigliere comunale: per lui è infatti importante poter portare le sue esperienze e competenze al servizio della collettività. Tutti noi abbiamo diritto a partecipare alla vita politica, ad esprimere la nostra opinione e il nostro pensiero: anche questo contribuisce a sentirci maggiormente inclusi e parte attiva della società. E come dice Marcello: «le persone con disabilità possono apportare un importante contributo alla politica, suggestioni e idee valide, poiché sono abituate a pensare prima di agire».


Ascolta la testimonianza di Marcello.

Intervista a Marcello

Ti senti incluso nella comunità?
Io mi sento incluso e parte della società, tuttavia la società non ha ancora incluso tutti, anzi, siamo ancora molto lontani.

Ti sei mai sentito discriminato in quanto persona con disabilità? Se sì, in quali situazioni?
In gioventù, quando desideravo poter studiare per diventare docente! Ecco, all’epoca, mi si rispose che non si poteva fare, troppo complicato per via di scale e difficoltà di accesso alle strutture.

Perché pensi sia importante sostenere inclusione andicap ticino?
Perché è indispensabile: bisogna ricordare quotidianamente alla società che ci si deve impegnare nella lotta per l’inclusione di tutti. Appena ci si rilassa, vi è il rischio di ritornare al medioevo…!

Fai una domanda a Marcello

Scrivi nel box una domanda che desideri fare a Marcello. Pubblicheremo la domanda posta e la risposta data da Marcello sui canali di comunicazione dell’associazione (rivista, sito web e/o social media). Se hai piacere firma quanto scriverai, altrimenti la tratteremo in forma anonima.